Fiorino TourFiorino Tour
PARTENZE GARANTITE IN MULTILINGUE (COMPRESO ITALIANO) - minimo 2 persone PARTENZA OGNI GIOVEDI

TOUR C - ISTANBUL/BOLU/ANKARA/ CAPPADOCIA e COSTA EGEA 8 GIORNI, 7 NOTTI

PARTENZE GARANTITE IN MULTILINGUE (COMPRESO ITALIANO) - MINIMO 2 PERSONE PARTENZA OGNI GIOVEDI

ISTANBUL/BOLU/ANKARA/ CAPPADOCIA e COSTA EGEA 8 GIORNI, 7 NOTTI

1° giorno: Italia/Istanbul
Arrivo all’aeroporto di Istanbul e trasferimento in hotel. Cena libera e pernottamento.

2° giorno: Istanbul
Prima colazione in hotel. Intera giornata di visita guidata della citta’ a piedi: il Museo di Santa Sofia, la la Moschea Blu (dall’esterna, perche’ la Moschea Blu e’ chiusa venerdì a causa della preghiera), l’Ippodromo Bizantino, il Gran Bazar, il Palazzo di Topkapi (la sezione Tesoro e dell’abito dei Sultani sono chiuse a causa del restauro), le tombe dei Sultani. Pranzo libero. Rientro in albergo. Cena libera e pernottamento in hotel.

3° giorno: Istanbul/Bolu/Ankara ca 450 km
Dopo la prima colazione in hotel, tempo libero per effetture le escursioni facoltative. Nel primo pomeriggio verso le ore 12:30 massimo 13:30 partenza con veicolo privato insieme coi altri partecipanti per Ankara via autostrada Bolu. Arrivo a Ankara verso le ore 20:30 e trasferimento all’hotel. Sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento in hotel.

4° giorno: Ankara/Cappadocia ca 300 km
Dopo la prima colazione in hotel, partenza per la visita del Museo Ittita e del Mausoleo di Ataturk. Pranzo al ristorante. Dopo il pranzo partenza per la Cappadocia. Arrivo in serata, cena e pernottamento in hotel.

5° giorno: Cappadocia ca 100 km
Prima colazione in hotel. Intera giornata visita delle valli e dei villaggi della Cappadocia; la Città Sotterranea di Ozkonak, la Cittadella di Uchisar, la valle pietrificata di Goreme con le sue chiese decorate con affreschi e la valle di Pasabag (i cammini delle fate). Pranzo al ristorante. Cena e pernottamento in hotel.

6° giorno: Cappadocia/Konya/Pamukkale ca 650 km
Prima colazione in hotel e partenza per Pamukkale via Konya. Lungo il percorso sosta per la visita
del caravanserraglio di Sultanhani. Arrivo a Konya e visita del monastero e del mausoleo di Mevlana
(dei Dervisci Danzanti). Pranzo al ristorante. Nel pomeriggio proseguimento per Pamukkale.
Cena e pernottamento in albergo a Pamukkale.

7° giorno: Pamukkale/Efeso/Izmir ca 330 km
Dopo la prima colazione visita dell’antica città’ di Hierapolis (Necropoli e le Terme) e delle famose vasche calcaree. Partenza per la visita della casa della Madonna.Pranzo al ristorante.Continuazione per la visita delle rovine di Efeso: il Tempio di Adriano, la biblioteca di Celso, la via di Marmo, il Grande Teatro. Proseguimento per Izmir. Sistemazione in albergo. Cena libera. Pernottamento in hotel.

8°giorno: Prima colazione in albergo. Tempo libero fino la partenza. Trasferimento all’aeroporto di Izmir e partenza per la destinazione.

Note:
– GUIDA LOCALE PARLANTE ITALIANO A PARTIRE DA 8 PARTECIPANTI E BILINGUE ITALIANO/INGLESE O ITALIANO/SPAGNOLO A PARTIRE DA 2 PARTECIPANTI. SI COMUNICA CHE NELLO STESSO VEICOLO CI POSSONO ESSERE PASSEGGIERI DI DIVERSE NAZIONALITA’ CON LE LORO PROPRIE GUIDE(ES: TURISTI SPAGNOLI, GUIDA PARLANTE SPAGNOLO ECC)
– I NOMI DEGLI HOTELS CONFERMATI POTRANNO ESSERE DEFINITI SOLO 10 GIORNI PRIMA DELL’ARRIVO DEI CLIENTI.

I nomi degli alberghi 4 stelle previsti sono:
Istanbul : Golden Age Taksim o Ramada Grand Bazaar o similare
Ankara : Radisson Blu o similare
Cappadocia : Perissia o similare
Pamukkale : Hierapark Deluxe o similare
Izmir : Anemon Fuar o Kaya Prestige o similare

Nota bene:
Quote ingressi stabilite a 14/03/2020 dal Ministero del Turismo Turco per il periodo dal 15/03/2020 fino a non data terminata. A volte i prezzi degli ingressi subiscono variazioni anche nel corso dell’anno; in tal caso ne verrete informati per la differenza del prezzo a suo tempo.
L’Harem, nel Palazzo Topkapi, non e`inserito nelle visite dei tours in quanto non sempre questa visita e possibile a causa dell’affollamento. Chi fosse interessato dovra mettersi in coda, fare il biglietto ed entrare appena possibile.

I GIORNI DI CHIUSURA DEI MUSEI E MONUMENTI IMPORTANTI AD ISTANBUL NELL’ANNO 2020 SONO COME SEGUE:
LUNEDI CHIUSO: MUSEO DI SANTA SOFIA E LE TOMBE DEI SULTANI
DOMENICA CHIUSO: GRAN BAZAR.
QUINDI C’E’ LA POSSIBILITA’ CHE ALCUNE VISITE DEL PROGRAMMA POTREBBERO ESSERE SALTATE PER PROSEGUIMENTO DELL’ALTRE METE DEL PROGRAMMA.
GRAN BAZAR e MERCATO DELLE SPEZIE SARANNO CHIUSI ANCHE DURANTE TUTTA LA PERMENANZA DELLE FESTE RELIGIOSI; FESTA DI RAMADAN(24-26 MAGGIO 2020) o FESTA DEL SACRIFICIO AGNELLO(31 LUGLIO-03 AGOSTO 2020) DURANTE LA FESTA NAZIONALE 15/07/2020 E DURANTE LA FESTA DELLA REPUBBLICA 29/10/2020.
1*GIORNO DELLE FESTE RELIGIOSE:
TUTTI MUSEI SARANNO CHIUSI DURANTE IL PRIMO GIORNO DELLE FESTE RELIGIOSI DALLE ORE 09:00 FINO ALLE ORE 13:00. QUESTI GIORNI SAREBBERO; FESTA DI RAMADAN(24/05/2020) o FESTA DEL SACRIFICIO AGNELLO(31/07/2020).
QUINDI C’E’ LA POSSIBILITA’ CHE ALCUNE VISITE DEL PROGRAMMA POTREBBERO ESSERE SALTATE PER PROSEGUIMENTO DELL’ALTRE METE DEL PROGRAMMA.

A causa dei restauri parziali;

Ad Istanbul
nel Museo del Palazzo Topkapi; le sale del Tesoro e delle vesti dei Sultani saranno chiuse per 2020. Invece tutte le altre sezioni del Palazzo sono aperte per le visite.
nella Moschea Blu; la cupola e l’altare della moschea saranno chiuse per 2020. Invece tutte le altre parte sono aperte per le visite.
nella Chiesa di S.Salvatore in Chora(Museo di Kariye); la cappella interna (il nartece) in alcune parti saranno chiuse per l’anno 2020. Invece tutte le altre sezioni della Chiesa sono aperte per le visite.

PROCEDURE DI ANNULLAMENTO E PENALI
Nessuna penale sara’ applicata nel caso di ricezione della richiesta 30 giorni prima dell’arrivo.
Il 30% sara’ raccolto per le cancellazioni comunicate in meno di 30 giorni .
Il 50% sara’ raccolto per le cancellazioni comunicate in meno di 15 giorni.
Il 75% sara’ raccolte per le cancellazioni comunicate in meno di 7 giorni.
Non é fattibile nessun rimborso per le cancellazioni comunicate in meno di 6 giorni dalla data di arrivo.

RECLAMI E RETTIFICHE
I passeggeri devono immediatamente contattare con la Fiorino Tour o con la guida del circuito per problemi creati nel modo tale che possa intervenire per la soluzione del problema.Se i passeggieri non informano i nostri uffici o della guida del tour in tempo, Fiorino Tour non puo’ essere responsabile delle denunce inoltrate in ritardo. Le eventuali richieste per rimborsi devono essere fatte al piu’ tardi in 7 giorni dopo il termine dei nostri servizi. I reclami devono essere accompagnati da tutti i dettagli e documentazioni ( ricevute, voucher,documenti degli alberghi,ecc..). Fiorino Tour risponde ai reclami, rimborsi, cambiamenti dopo la ricezione. Il tempo di risposta é 14-21 giorni lavorativi.

CAPPADOCIA
La Cappadocia offre ai visitatori la sua fantastica natura, che va oltre ogni immaginazione, unita a raffinatezze estetiche. La Cappadocia, che in lingua persiana significa il Paese dei bei cavalli, è la regione costituita dalle città di Aksaray, Nevşehir, Niğde, Kayseri, Kırşehir; di questa, “la regione rupestre” è costituita da Uçhisar, Göreme, Avanos, Ürgüp, Derinkuyu, Kaymaklı, Ihlara e dintorni.
La forma geologica attuale si formò col tufo diffuso dall’eruzione periodica, in epoche risalenti a milioni di anni fa, dei vulcani attivi dei monti Erciyes, Hasandağ e Melendiz situati in Cappadocia. Le grotte divennero motivo di ispirazione per l’arte murale, per la gente di allora, per cui oggi vediamo le tracce di civiltà risalenti a migliaia di anni. La storia “scritta” della Cappadocia, dove l’insediamento umano risale al periodo Paleolitico, inizia con gli Ittiti. Questa, che durante l’arco della storia, ha ospitato colonie commerciali ed ha costituito un ponte commerciale e sociale fra i paesi, fu anche un importante incrocio della Via della Seta. In seguito alle eruzioni vulcaniche, iniziate nel Periodo Miocene Superiore, iniziò a fuoriuscire la lava dai crateri sottostanti i laghi di epoca Neogena. L’altopiano formatosi con sostanze eruttive dei vulcani primari, fu sottoposto a cambiamenti continui per le eruzioni, meno violente, di vulcani minori. Dal Periodo Pliocene Superiore, con l’erosione degli strati di tufo, compiuta dall’acqua dei laghi e dei fiumi, in particolare del fiume Kızılırmak, la regione acquisì la sua forma attuale. Con l’erosione di questi strati di tufo da parte del vento e delle acque alluvionali che scendevano dai pendii delle valli, si crearono le forme denominate “peri bacası” (camini di fata). In Cappadocia l’erosione ha creato diversi tipi di “camini di fata”, rocce appuntite che terminano con forme di cappello, cono o fungo. La migliore espressione delle culture del periodo preistorico in Cappadocia è presente a Niğde-Köşk Höyük, Aksaray-Aşıklı Höyük, Nevşehir-Grotta Civelek. La regione, che vide i primi abitanti nei periodi preistorici, conobbe la civiltà Assira nell’Età arcaica del Bronzo. In questo periodo il commercio dimostrò un grande sviluppo e per la prima volta venne usata la scrittura. Nelle scritture cuneiformi, redatte in lingua antica assira, denominate anche “tavolette di Cappadocia”, si affrontano procedure fiscali, tassi di interesse e contratti matrimoniali.
In Cappadocia lasciarono tracce della propria cultura gli Hatti e in seguito gli Ittiti, i Frigi, i Persiani, i Romani, i Bizantini, i Selgiuchidi e gli Ottomani e così crearono la magia di questa regione. La Cappadocia, che ha una posizione particolarmente rilevante, porta in sé le tracce storiche e culturali del passaggio di importanti vie commerciali e della Via della Seta. Differenti filosofie e religioni si incontrano in questa regione. Nel II secolo d.C. i Cristiani partiti da Gerusalemme, passando per Antiochia e Cesarea, giunsero in Anatolia Centrale e si stabilirono nei pressi di Derinkuyu. La gente della Cappadocia, con lo scopo di proteggersi dalle invasioni, scorrerie ed irruzioni, si nascondeva negli antri delle grotte, fatti in modo tale da non essere individuati. Dato che avrebbero potuto essere obbligati a vivere per lunghi periodi in questi ambienti senza poter uscir fuori, vi costruirono all’interno depositi di provviste, cisterne per l’acqua, cantine per il vino e templi per la preghiera.
I Primi Cristiani, stanchi della tirannia e delle persecuzioni degli imperatori Romani, cominciarono a stabilirsi nelle città sotterranee della Cappadocia con la roccia morbida che si prestava ad essere lavorata facilmente. Le città sotterranee che risalgono a periodi precedenti la nascita di Cristo, diedero alla gente che cercava sicurezza e pace, la possibilità di creare con il cuore e la fatica rifugi, chiese e monasteri. Le città sotterranee, uniche nel loro genere, sono il prodotto di una tecnica perfetta, che perfino oggi stupisce i visitatori con i suoi sistemi di aerazione, i tunnel per la circolazione d’aria, i sistemi di sicurezza, le interessanti tecniche alle entrate e alle uscite, i suoi pozzi e i suoi meccanismi per la raccolta dei rifiuti
In Cappadocia ci sono più di mille Chiese. La costruzione, la struttura architettonica, le decorazioni artistiche degli ambienti interni delle chiese, suscitano ammirazione. Nelle chiese si notano le piante basilicali a navate o a forma di croce, vestiboli all’ingresso, colonne, archi, volte e cupole. L’arte degli affreschi delle chiese è frutto di lavori molto accurati. Le città sotterranee e le chiese, dove oggi i lavori di restauro e di manutenzione proseguono regolarmente, accolgono un gran numero di visitatori.

La città di Ankara

La capitale della Turchia, che si trova ad un’altitudine di 850 m, è una città moderna, tranquilla e tipicamente europea. Se Istanbul vive anche nel ricordo degli splendori dell’Impero Ottomano, Ankara, la moderna capitale dai viali spaziosi, è una città proiettata verso il futuro. A dispetto del suo aspetto di
città nuova, le origini di Ankara sono molto antiche. La regione fu abitata sin dall’Età del Bronzo dagli Hatti, e in seguito dagli Ittiti. Di questi ultimi ci sono rimaste numerose vestigia (II secondo millennio a.C.). Poi sullo stesso territorio ci sono succeduti i Frigi, i Lidi, i Persiani ed i Galati. Più tardi, i Romani s’impossessarono della città e in seguito il regno fu annesso da Augusto all’Impero e Anchira divenne la capitale della ricca provincia della Galazia. La città, sotto il nome di Sebaste Tectosagum, si abbellì di
monumenti tra cui le terme e il tempio di Augusto. Sotto Nerone fu promossa al rango di metropoli. Gli scavi archeologici attualmente in corso hanno
permesso di riportare alla luce parti di teatro, il Tempio di Augusto, l’agora, belle statue e busti esposti al Museo delle Civiltà Anatoliche. Questi ritrovamenti permettono d’affermare che Ankara era, all’epoca romana, un centro d’arte e di commercio importante. Nel centro antico sono state restaurate molte case tradizionali turche che attirano l’attenzione per l’interessante architettura. Alcune di esse sono state trasformate in ristoranti, dove si possono trovare piatti tipici della cucina turca o piatti internazionali e degustare i vini locali. Non bisogna dimenticare che la città di Ankara è nota come la culla dei vigneti e del “vino”, termine con il quale già gli Ittiti denominavano la bevanda nel 2000 a.C. In altre abitazioni sono state aperte gallerie d’arte. È indubbio che il principale motivo per visitare la città
sia il Museo delle Civiltà Anatoliche:ubicato in un ex mercato coperto, è uno dei più importanti musei archeologici di tutta Europa, con una ricchissima collezione di reperti che vanno dal paleolitico al neoclassico e con una sezione di arte ittita fra le più estese al mondo. La struttura, assolutamente da non perdere, è stata premiata come uno dei Musei Archeologici migliori d’Europa. Un altro punto di interesse è senza dubbio il Mausoleo di Atatürk, un complesso costituito da diverse sezioni (viale di accesso, piazza centrale, mausoleo vero e proprio, e sale adibite a museo) e fatto costruire nel 1953.
Attraverso un’imponente scalinata si accede al viale dove si possono ammirare alcune statue che richiamano i momenti di passaggio dall’impero ottomano alla nuova Repubblica, fino ad arrivare nel piazzale che, ai quattro lati, presenta 4 torri come personificazioni di Pace, Vittoria, Rivoluzione e
Repubblica. Un piccolo museo raccoglie oggetti e cimeli appartenuti al fondatore della Repubblica, e sul lato nord sorge il Mausoleo al cui interno è posto il sepolcro

La Casa della Madonna

Efeso
Da Artemide alla Vergine Maria. La città antica di Efeso, centro di civiltà, negli anni 100-200 d.C.
era la città più popolata dell’Anatolia con i suoi 200.000 abitanti. Venne visitata da Cleopatra, regina
d’Egitto, accompagnata da Marco Antonio, generale romano. Qui è passato San Paolo nel suo
impegno di diffondere il Cristianesimo, qui la Madonna e San Giovanni trascorsero il loro ultimo
periodo di vita. Oggigiorno la città rappresenta il più importante patrimonio culturale della Turchia
ed è visitata in media da 1,5 milioni di visitatori all’anno.
La storia dell’insediamento più antico di questo imponente sito archeologico, legato a Selçuk,
distretto di Izmir, che ha avuto un importante ruolo nel campo della scienza e della cultura, risale al
6.000 a.C.
Secondo la leggenda venne fondata da Androklos, figlio del re Kadros. La sua fondazione è ancora
più antica in quanto viene ricordata nei testi Ittiti, come Apasa, capitale di Arzawa. Gli emigranti
giunti dalle isole del Mar Egeo, dal 1.000 a.C. in poi vollero trasformarla in una loro colonia. Il
tempio più grande del culto di Artemide, legato al rito di Cibele, la dea madre più antica
dell’Anatolia, si trova ad Efeso. Tale tempio era considerato, nel Periodo Classico, una delle Sette
Meraviglie del mondo. La città portuale di Efeso, che ha iniziato la sua vita grazie a coloro che
arrivarono via mare nel 1050 a.C. si spostò nel 560 a.C. intorno al Tempio di Artemide. L’antica città
di Efeso, visitata oggi, è stata fondata da Lisimaco, uno dei generali di Alessandro Magno, negli
anni 300 a.C. La città, che ha vissuto in questa epoca e in quella romana il suo periodo aureo,
divenne invivibile a causa delle alluvioni che col tempo colmarono il suo attivo porto, per cui il
centro si trasferì intorno alla Basilica di San Giovanni, fatta costruire dall’Imperatore Bizantino
Giustiniano (527-565) sul Colle di Ayasuluk. Ayasuluk, conquistata dai Turchi nel 1330 e divenuta
la capitale della dinastia degli Aydınoğullari, dal XVI secolo in poi andò ridimensionandosi e dopo
il 1923 prese il nome di Selçuk.
Nell’antica città di Efeso, i cui scavi iniziarono nel 1895 ad opera del Museo di Efeso e dell’Istituto
Archeologico Austriaco, oggi migliaia di turisti camminano nel Viale del Porto, assistono nel suo
Teatro Grande alle rappresentazioni artistiche più spettacolari dell’anno, rimangono strabiliati di
fronte all’imponenza della Biblioteca di Celso, sono testimoni del pellegrinaggio dei Cristiani alla
Casa della Madonna e osservano con ammirazione nel Museo Archeologico di Selçuk le migliaia di
reperti appartenenti ai periodi Miceneo, Arcaico, Classico, Ellenistico, Romano, Bizantino,
Selgiuchide ed Ottomano. La credenza che la Madonna e San Giovanni abbiano vissuto ad Efeso, ha
portato la città a divenire un centro religioso sacro.

They can use computer technology to find what they need to learn. Maintenance team staff's notebooks can only be connected to specific ports. This processing method can maximize the security and convenience of notebook applications in the operation station. When a certain part fails, the related accident information is uploaded to the inherent center dumpsnetwork reviews equipment. Relying on the server, this type of information with fault characteristics is sent to the associated mobile phone. Today, the five-dimensional Qas model is widely used, and Web services are measured by its execution time, execution cost, service reputation, 210-260 Online Dump reliability, and availability. How to promote the application and integration and practice of computer database technology in the field of information management has become a major future topic in the industry to promote the sustainable development of information management technology. In addition to the "cloud technology" and "Internet big data" technology that we already know, computer database technology ADM-201 Dump has reached a very popular level in various industries. Review is an essential step during the computer software development phase. After the information is retrieved, processed, and regularized, the information is stored in the database Exam Paper PDF of the hardware carrier or network carrier to ensure that the user is more convenient to query. At present, illegal acts that violate the security of personal information Online Test Exam Labs are repeatedly banned. The fundamental reason is that China's current legal system has insufficient penalties. Many people know how to protect their privacy, but we don't know whether the positioning of personal information on the Internet and personal privacy on the Internet are the same. At present, computer information processing technology has a lot of problems when processing large-scale complex structure data. Finding effective data processing technology is an effective measure to Practise Questions solve this problem. Once the database information of an enterprise or institution is stolen, it is very dangerous for the enterprise or institution, especially the very important business secrets. Once it is stolen by a hacker, the consequences are unthinkable, which will cause the enterprise or institution to cause Great economic losses. In addition, once large e-commerce databases such as JD.com, Alibaba, Vipshop, and Amazon.com are attacked, many user data will be stolen, which will cause great losses to users. While in school, college students tend to participate in unnecessary activities, associations and associations, ignoring the study of professional knowledge, resulting in a low-level phenomenon when solving problems, even the most basic professional knowledge can not understand. When students are exposed to computer knowledge, they will feel that the concepts are more abstract and difficult to learn. The use of life-based education methods can improve students' perceptual knowledge of computer knowledge, help students understand the basic principles of computers, and promote students to quickly become familiar with computers. Students master the goals of computer theory. Break the traditional teaching model, compile the practical teaching content of each module into corresponding tasks, guide the knowledge, skills and attitude around the needs of the tasks, let students learn relevant knowledge in the process of completing work tasks, and develop comprehensive professional ability. Based on this, on the basis of fully drawing on and absorbing the advantages of the centralized skills competition, exploring a professional talent training model that conforms to the cognition rules of professional learning, integrates with daily teaching, and is a stepped, full-cover segmented skills competition. Especially important, this segmented skill competition can not only promote professional daily teaching and enhance student learning initiative, but also a useful supplement and benign expansion of the centralized skill competition. Currently widely used network security technologies include firewall technology and intrusion detection systems. As one of the focuses of hospital information construction, the maintenance of network security can provide guarantee for the security of hospital network information and the normal operation of the information management system. When all the channels are communicating, the interference between the nodes is weakened. At this time, each node can effectively exchange information and increase the throughput of the network. It is further divided into network equipment installation, maintenance and management, network programming, network security technology, network protocol analysis and design, etc. according to the characteristics of electronic information majors and the demand for talents in society. In class, teachers can put forward some questions related to learning goals in combination with real life, so that students have suspense, and task-driven methods to stimulate students' initiative to learn independently. There will be great differences between the two on the teacher's teaching requirements, and teachers must give full consideration when preparing the lesson. Secondly, the segmented skills competition refines and restructures the technical standards and industry specifications of national, provincial and well-known industry companies to make them consistent with the 810-403 Dump PDF students' knowledge and skills at this stage, highlighting their stage characteristics, and Each stage of the competition is operable. At the same time, it is implemented with content and requirements that are close to the actual job requirements. At the end, the assessment plan for Questions this course is also evaluated in a diversified manner based on theoretical examinations and project completion. Establishing a perfect teaching management mode is helpful to timely find out the problems existing in the process of education and teaching, and can effectively solve the problems, so as to continuously improve the quality of education and teaching, and finally achieve the http://www.topexamdump.com goal of training high-skilled talents. Most of the students entering secondary vocational colleges are junior high school students, their academic performance and learning ability are SY0-401 Dump poor, and most of the living Real Exam Q&A areas are in rural areas, suburbs and other places, and the learning barriers in all aspects are relatively large. In these systems, all servers can be connected in the form of a local area network, and these connected servers can Certification independently process related data without affecting each other.

Categories